Blog

La ristorazione nel mondo alberghiero. Intervista al General Manager del Grand Hotel Royal & Golf di Courmayeur: Veronica Revel Chion

28 Maggio 2021

Dal 2017 General Manager del Grand Hotel Royal & Golf di Courmayeur, Veronica Revel Chion è originaria di Ivrea (TO) e, da sempre, ha avuto le idee chiare e ha scelto di dedicare la propria vita al viaggio e all’esplorazione di posti non convenzionali.

Una carriera dedicata al turismo, alla scoperta del mondo e all’ampliamento dei propri orizzonti mentali e geografici. Un percorso lavorativo che l’ha portata a conoscere da vicino mondi e culture di Paesi come la Tunisia, Marocco, Irlanda, Sud Africa, America Latina e molti altri.

La sua esperienza nel mondo alberghiero inizia oltre 15 anni fa, spaziando dal leisure, al business, alla nicchia dei boutique hotel e fino al MICE (Meetings, Incentives, Conferences and Exhibitions). Nel 2007 arriva per la prima volta in Valle D’Aosta e dal 2015 è al Grand Hotel Royal & Golf di Courmayeur, prima come Assistente di Direzione e oggi, da quasi 3 anni, come Direttore Generale della struttura.

L’abbiamo intervistata per conoscere il valore della ristorazione all’interno della struttura che dirige e le scelte che hanno portato il Grand Hotel Royal & Golf a diventare una delle principali mete del turismo gastronomico alpino e la più importante della Val D’Aosta, grazie anche alla stella Michelin conquistata con Chef Paolo Griffa nel 2019.

Ci racconti la struttura di cui è General Manager.

<<Il Grand Hotel Royal & Golf si trova nel cuore di Courmayeur. Si tratta del primo albergo di lusso della Val D’Aosta ed è stato aperto nel 1854 grazie ad una famiglia di albergatori liguri, che ha scelto il progettista e architetto Gio Ponti per la realizzazione della sala del nostro Ristorante Grand Royal, con una magnifica volta a ponte.

La struttura è il cuore pulsante della città e composta da quattro punti di ristorazione:

• Il Grand Royal, un ristorante classico che propone piatti di alta cucina italiana e mediterranea;

• Il Bistrot Royal, con i suoi piatti della tradizione valdostana preparati con materie prime a km 0 che seguono la tradizione del territorio che ci ospita;

• Il Petit Royal, del talentuoso Chef Paolo Griffa, ristorante di alta cucina che è stato insignito di una stella Michelin;

• Il Lounge Bar, punto di incontro non solo per gli ospiti della struttura, ma anche per chi ha una seconda casa in Valle.

Il Grand Hotel è infine completo di tutti i servizi che una struttura di alta hotellerie dovrebbe avere, tra cui una sala relax, una spa, una piscina esterna, una Champagneria.>>

Quale ruolo ha la ristorazione all’interno della struttura alberghiera?

<<La nostra mission è “la grande bellezza”. Qui al Grand Hotel Royal & Golf vogliamo offrire ad ogni ospite un’esperienza unica a 360°. La ristorazione si inserisce quindi in un progetto più ampio e ci permette di personalizzare ancora di più i pacchetti che offriamo ai nostri clienti.

Con i nostri punti di ristorazione vogliamo offrire qualcosa che va oltre alle aspettative, vogliamo coinvolgere il nostro cliente per far sì che provi delle emozioni che difficilmente dimenticherà. La ristorazione diventa per noi un booster per migliorare la reputazione della struttura, e l’avere un’offerta composta da più punti ristorativi ci permette di far vivere esperienze ancora più complete.

La ristorazione è uno dei nostri punti di forza e in un certo senso una vetrina che ci permette di ampliare la nostra visibilità anche su un target diverso da chi alloggia in hotel.>>

Ristorazione e hotellerie: qual è il rapporto tra loro?

<<Credo fortemente nella sinergia tra hotellerie e ristorazione. Sono due facce della stessa medaglia e devono camminare di pari passo. Qui al Grand Hotel Royal & Golf gestiamo entrambe le dinamiche con le stesse logiche. 

Investiamo su un personale altamente qualificato e appassionato, che condivida valori ed obiettivi. Sosteniamo che sia la ristorazione che l’hotellerie debbano avere caratteristiche in comune, per regalare un’esperienza unica al cliente. 

Un’esperienza che possa lasciare un’emozione positiva per convincerlo a tornare oppure a trasmettere il ricordo terzi.

I nostri punti di ristorazione, ci tengo a precisare, non sono esclusivi di chi alloggia in hotel. Al contrario, sono aperti a chiunque voglia essere coccolato dai nostri servizi.>>

Quanto influisce la ristorazione in un hotel di alta categoria?

<<Lavoriamo costantemente affinché i nostri ristoranti siano una fonte aggiuntiva di reddito e non si trasformino in un generatore di costi, un aspetto molto importante e che talvolta i miei colleghi di altre strutture alberghiere non considerano a sufficienza.

Analizziamo continuamente i food cost e i ricavi di ogni cucina, applicando in parte, anche alla ristorazione, le tecniche di revenue dell’accommodation. Siamo tutti abituati alle diverse tariffe di una camera d’albergo, ai prezzi di biglietti aerei o ferroviari, che variano in base alla domanda, al periodo e all’occupazione. 

Ed è un concetto che, a mio avviso, è importante estendere anche alla ristorazione così da garantire un servizio più efficiente per gli ospiti e un maggior ricavo per le strutture.>>

Quanto è importante ottimizzare i flussi di lavoro? 

<<Per i punti di ristorazione delle strutture come il Grand Hotel Royal & Golf è stato fondamentale selezionare le giuste attrezzature, gestire attentamente i flussi e ottimizzare gli spazi

L’ottimizzazione del flusso di lavoro è importante per produrre il minor spreco possibile, risparmiando risorse e tempo. Il progetto di rifacimento di due delle nostre cucine è partito proprio dalle nostre esigenze, dal tipo di cucina che avevamo scelto di proporre e dalle tecniche di produzione che avevamo scelto di adottare. 

La progettazione del layout, la scelta delle attrezzature e la loro disposizione nello spazio, che abbiamo scelto di affidare a GICO, è funzionale all’ottimizzazione del flusso di lavoro nei nostri ristoranti. Le cucine del Petit Royal e del Grand Royal sono infatti state progettate per essere efficienti a 360°, coinvolgendo tutta la filiera che gira intorno alla cucina e garantendo elevati standard in termini di efficienza, efficacia, qualità, cura nel dettaglio.>>

Durante l’intervista con la General Manager Veronica Revel Chion, che ringraziamo per la disponibilità, sono emersi interessanti spunti che approfondiremo nei prossimi articoli sul nostro blog. 

Nel frattempo, speriamo di poter passare a trovarla presto vista l’imminente riapertura del Grand Hotel Royal & Golf di Courmayeur.

Scopri i progetti GICO

Iniziamo?

Compila il form con i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà presto per approfondire le tue esigenze e per studiare insieme a te il progetto della tua cucina.
Tutto ciò che non trovi sul nostro sito, lo puoi chiedere direttamente a noi: saremo felici di rispondere alla tue richieste.