Blog

GICO x Villa Aretusi, Bologna

16 Novembre 2020

Villa Aretusi, Bologna

Siamo stati a Bologna a trovare lo Chef Alessandro Panichi, responsabile di tutta la parte ristorazione di Villa Aretusi, storico punto d’incontro della città.

Oltre ad una trattoria, che ospita ogni fine settimana centinaia di clienti affezionati ai sapori della tradizione bolognese, Villa Aretusi ospita anche un servizio di banqueting per eventi, una sala adibita alla ristorazione da Hotellerie e un ristorante gourmet – Sotto l’Arco.

Proprio all’interno di quest’ultimo, lo Chef Panichi realizza una cucina autentica, realizzata con materie prime semplici, ma di qualità. Una cucina pensata per regalare grandi emozioni attraverso sapori ben riconoscibili. Un’idea di cucina nata dalla consapevolezza di chi ama il suo mestiere e da importanti esperienze lavorative.

Chef Alessandro Panichi

 

Durante una speciale intervista al giornalista enogastronomico Marco Colognese, lo Chef Alessandro Panichi racconta il perché ha scelto GICO e quali sono i vantaggi di una cucina disegnata su misura, realizzata per soddisfare ogni suo desiderio, un impianto che offre performance di altissimo livello. Come racconta lo Chef, la cucina di Villa Aretusi è “una macchina organizzativa studiata al dettaglio e completa di apparecchiature tecnologiche”, caratteristiche che rendono il lavoro della brigata ancora più stimolante.

Parte fondamentale di questa “macchina” è un tuttapiastra, attrezzatura studiata per cuocere le pietanze attraverso una distribuzione ottimale del calore e nel totale rispetto delle materie prime. Per chi come lo Chef Panichi viene dalla “scuola Marchesi” o da una formazione culinaria francese, questa attrezzatura non può mai mancare in un cucina. Panichi la utilizza per la preparazione di uno dei suoi piatti signature, il risotto: grazie a questa tecnologia, gli ingredienti che necessitano di una cottura vivace vengono cotti in maniera ottimale e senza il rischio che si attacchino al fondo della pentola.

risotto - villa aretusi

 

Infine, il colore rosso: colore scelto perché si integrava perfettamente con lo stile di Villa Aretusi e perché – come dice Chef Panichi – “quando la cucina è bella, si lavora ancora più volentieri.”

Guarda l’intervista.

cucina - Villa aretusi

Iniziamo?

Compila il form con i tuoi dati: un nostro consulente ti contatterà presto per approfondire le tue esigenze e per studiare insieme a te il progetto della tua cucina.
Tutto ciò che non trovi sul nostro sito, lo puoi chiedere direttamente a noi: saremo felici di rispondere alla tue richieste.